Ingredienti

  • 1 uovo
  • 90 ml di olio di girasole
  • 100 gr di zucchero
  • 150 gr di farina00
  • 60 ml di yogurt bianco e 60 ml di latte
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 2 cucchiaini di aceto bianco
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • ½ cucchiaino di lievito per dolci
  • ½ cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere Emilia Zaini
  • + pezzetti di cioccolato fondente extra Emilia Zaini a piacere

IL PRIMO RICORDO
DI VATINEE SUVIMOL

Difficoltà: facile
Preparazione: 30 min
Persone: 4
1    

Preparazione

1

In una ciotola uniamo l’olio, lo yogurt, il latte e l’estratto di vaniglia. In un’altra, uniamo la farina, il lievito, il cacao e il sale setacciati. Montiamo l’uovo con lo zucchero per 5 minuti.

2

Alterniamo a questo punto i liquidi con le polveri alla massa di uovo e zucchero e montiamo fino ad avere un composto omogeneo. In una tazzina uniamo l’aceto e il bicarbonato; Mescoliamo e uniamo immediatamente al composto continuando a mescolare bene il tutto.

3

Riempiamo i pirottini con una cucchiaiata d’impasto, sistemiamo al centro un pezzetto di cioccolato e ricopriamo con un’altra cucchiaiata d’impasto, senza superare metà della loro altezza. Aggiungiamo scaglie e pezzettini di cioccolato a piacere e inforniamo per una ventina di minuti a 180°, verificando a fine cottura con stuzzicadenti. .

SCOPRI IL RACCONTO CHE HA ISPIRATO QUESTA RICETTA

Mi dissero di presentarmi dinanzi alla signora che era appena “arrivata dall’estero”.

Ubbidii e dinanzi a costei, feci il gesto del saluto thailandese: le palme delle mani unite, in segno di preghiera e la testa abbassata, in segno di rispetto.
Quando rialzai la testa vidi davanti a me una donna. Era bellissima, vestita con abiti eleganti e in stile occidentale, come quelle che si vedevano nelle riviste di moda.

Le dissi in Thai: “Buongiorno Signora”.

Lei mi guardò e, commossa, rispose: “Ma sono io, sono la tua Mamma, ricordi? Guarda cosa ti ho portato dall’Italia: il cioccolato! Ti piace il cioccolato? Lo conosci?”.
No.

Non conoscevo nè lei, nè il cioccolato.

“Mi piace tanto, grazie. Sembra così buono.” risposi con l’eleganza di una bambina di sei anni.
In realtà, ne avevo tre.

Questo è il mio primo ricordo del cioccolato.
E di mia madre.

Vivevo a Bangkok con la nonna e lo zio mentre lei, per assicurarmi un futuro migliore, partì per l'Italia in cerca di fortuna.
E così è stato.

Nel giorno di oggi, l'8 marzo, il mio pensiero non può che andare a lei e a tutte le donne che, contro ogni avversità e lo sguardo bigotto della società, prendono in mano la loro vita e percorrono nuove sfide.

Mia mamma, dopo una gravidanza inattesa e gli occhi indiscreti del villaggio, prese un volo intercontinentale per tentare la sorte e promise a sé stessa che sarebbe tornata in Thailandia, da donna matura e orgogliosa.

Non tutto andò come previsto, perché certi viaggi ti lasciano una cicatrice profonda, da cui non si guarisce più.
Ma eccomi qui, più di 40 anni dopo.

A riflettere che forse una parte della mia forza la devo proprio a lei.
Auguri a tutte le donne coraggiose
Auguri a tutte noi.

Una ricetta che ricorda la forza di noi donne: fuori forti e compatte e dentro, un cuore che si scioglie al primo morso. Grazie @Zaini.1913 che chiedendomi un racconto me lo hai fatto ricordare.
@storiedicioccolato
   

Consiglio

Se si vuole giocare con il contrasto di colore si possono usare anche scaglie di cioccolato bianco.
1 MI PIACE RIMUOVI

TI POTREBBE INTERESSARE

facile
20 min.
10 pers.
facile
30 min.
4 pers.
facile
80 min.
4 pers.
facile
25 min.
8 pers.
facile
310 min.
6 pers.
facile
25 min.
6 pers.

CERCA

CATEGORIE

ULTIME RICETTE

I MUFFIN DI PAPA’<BR>DI SILVIO PETTA
facile
20 min.
10 pers.
IL PRIMO RICORDO<BR>DI VATINEE SUVIMOL
facile
30 min.
4 pers.
ASPETTANDO LE AMICHE<BR>DI VALENTINA BOCCIA
facile
80 min.
4 pers.
CHEESE CAKE AL CIOCCOLATO BIANCO
facile
25 min.
8 pers.

INSTAGRAM FEED

FOLLOW US